info: 0933 817101 prenota: 0933 817111

La RSA è rivolta a utenti affetti da malattie croniche o da patologie invalidanti, non autosufficienti e non assistibili a domicilio, ma che non necessitano di ricovero in strutture ospedaliere o di riabilitazione globale.

Requisiti per l’inserimento:

  • età adulta o fase della vita di prevalente interesse geriatrico,
  • patologie quali quelle geriatriche, neurologiche, psichiatriche invalidanti, purché stabilizzate,
  • condizioni sanitarie connotate da comorbilità, severità e instabilità clinica, non tali da richiedere cure intensive ospedaliere,
  • sensibile perdita dell’autosufficienza nelle attività della vita quotidiana e necessità di assistenza sociosanitaria continuativa e costante,
  • condizioni socio-familiari e ambientali che non consentono la permanenza a domicilio, sia pure con il supporto dei servizi domiciliari e semi-residenziali,
  • necessità di proseguimento di trattamenti riabilitativi in fase estensiva, qualora non vi sia l’indicazione per un centro di riabilitazione a ciclo continuativo,
  • necessità di assistenza tutelare comprensiva del mantenimento dei contatti sociali e di programma di animazione.

Le modalità attraverso le quali il paziente/ospite ha possibilità di accedere alla RSA sono le seguenti:

Accesso in convenzione

L’organizzazione tecnica che adotta i provvedimenti necessari per l’accesso in convenzione del paziente in RSA è la Unità di Valutazione Multidisciplinare (U.V.M.) del Distretto socio-sanitario dell’ASP di appartenenza dell’utente che valuta le condizioni psico-fisiche dell’anziano per mezzo di una valutazione multidimensionale e, accertate le condizioni di non autosufficienza del paziente, ne elabora il PAI.

Accesso in regime privato:
  • richiesta di disponibilità posto letto direttamente presso la RSA,
  • colloquio presso la RSA con l’utente o con i familiari. L’accesso dell’utente in regime privato avverrà in base alla disponibilità del posto letto non in convenzione ed in base alla patologia.

Se l’utente proviene dall’ospedale:

  • richiesta alla RSA di disponibilità posto letto da parte dell’U.V.M. del Distretto socio-sanitario dell’ASP di appartenenza,
  • la RSA risponde con una Comunicazione sulla data di disponibilità,
  • l’ASP comunica Autorizzazione al ricovero con la documentazione necessaria: referto medico e allegati,
  • rilascio del Piano Assistenziale Individuale (P.A.I) redatto dall’U.V.M. del Distretto socio-sanitario dell’ASP di appartenenza,
  • comunicazione all’ASP di appartenenza del paziente ed al relativo Distretto socio-sanitario dell’avvenuto ricovero da parte della RSA.

Se l’utente non proviene dall’ospedale:

  • richiesta di inserimento in RSA da inoltrare alla U.V.M. del Distretto socio-sanitario dell’ASP di appartenenza. Dopo l’eventuale valutazione di inserimento in RSA da parte dell’U.V.M. l’accesso avviene secondo la stessa procedura che si segue per gli ospiti provenienti dall’ospedale.

La Richiesta di inserimento può essere fatta da:

  • soggetto interessato e/o dai suoi familiari,
  • dal medico di medicina generale che ha in cura il paziente,
  • dall’Unità Operativa Ospedaliera presso cui la persona si trova ricoverata,
  • dal Servizio Sociale Professionale del Comune di residenza,
  • da altre strutture territoriali residenziali in cui il soggetto non autosufficiente sia momentaneamente ospitato.
Category : Rsa